mercoledì 14 aprile 2010

La valvola non si apre


Purtroppo il centro di controllo di Houston non è riuscito ad aprire la valvola dell'azoto che regola la pressione dell'ammoniaca nel sistema di raffreddamento della ISS. La valvola difettosa si trova all'interno del serbatoio dell'azoto (e non nel nuovo serbatoio dell'ammoniaca appena installato) ed è stata chiusa per l'ultima volta il giorno precedente la prima EVA di questa missione, per permettere la rimozione del vecchio serbatoio dell'ammoniaca.
La valvola deve assolutamente essere riaperta entro la fine del mese altrimenti l'ammoniaca si espanderà troppo a causa della sempre maggiore esposizione al Sole a cui andrà incontro la ISS nelle prossime settimane. L'espansione costringerà alla disattivazione del sistema di raffreddamento per evitare danni ai radiatori. La ISS possiede due distinti circuiti di raffreddamento (A e B) e la disattivazione di uno dei due costringerebbe alla conseguente disattivazione di metà dei sistemi di bordo.
Si fa sempre più probabile quindi l'ipotesi di una ulteriore EVA per sostituire il serbatoio dell'azoto (sulla ISS ce ne sono due di riserva) contenente la valvola difettosa, che serve il circuito A. Nella giornata di domani si dovrà decidere se effettuare o meno l'EVA e soprattutto chi dovrà effettuarla. Se sarà l'equipaggio della Discovery la missione di quest'ultima dovrà essere estesa di un ulteriore giorno. Se invece si sceglierà di utilizzare l'equipaggio della ISS l'EVA potrà venire effettuata dopo la partenza della Discovery.
Nell'immagine si vede lo schema di pressurizzazione del circuito di raffreddamento.

Nessun commento:

Cerca nel blog