giovedì 8 aprile 2010

Tutto procede bene nella STS 131

Si è da poco concluso il briefing del MMT (Mission Management Team), il gruppo di persone che sovrintendono alla missione e prendono tutte le decisioni più importanti. Il MMT ha reso noto che è stato completato il 50% del trasferimento di materiale dalla navetta alla ISS, che equivale al 20% del totale (il grosso del materiale si trova infatti non all'interno della navetta ma dentro il grande modulo logistico Leonardo che oggi è stato agganciato ad uno dei portelli della ISS).
I tecnici hanno quasi completato l'analisi delle immagini prese durante il secondo giorno di missione e scaricate a terra solo ieri tramite l'antenna della ISS a causa del guasto all'antenna principale della Discovery. Queste immagini riguardano la scansione completa degli attacchi alari e del muso della navetta alla ricerca di qualche danneggiamento durante il lancio.
Proprio durante il lancio si è staccata una mattonella del rivestimento termico dalla coda verticale della navetta, più precisamente da uno dei due aerofreni (dei sistemi che vengono attivati durante il rientro per ridurre la velocità). Un'altra mattonella si è danneggiata nella zona dove il serbatoio esterno si aggancia ai condotti di alimentazione dei motori. Infine si è leggermente sollevato il sottile riempimento fra una mattonella e l'altra nella zona dei motori di manovra anteriori. Non si prevedono ripercussioni per tutti questi lievi danneggiamenti.
Si è poi deciso di richiudere l'antenna guasta prima ancora che Discovery si sganci dalla ISS, subito dopo l'ultima ispezione allo scudo termico, che normalmente viene effettuata dopo la partenza dalla Stazione Spaziale ma che questa volta verrà effettuata con la navetta ancora agganciata per permettere di scaricare a terra le immagini con l'antenna della ISS.
Proprio a causa di questa ispezione "fuori programma" domani si deciderà se estendere la missione di un giorno per non togliere tempo alle attività pianificate durante la permanenza degli astronauti shuttle sulla ISS.

Nessun commento:

Cerca nel blog