mercoledì 19 maggio 2010

Armstrong su Constellation

Armstrong ha recentemente detto che mentre il programma Constellation aveva il vantaggio della flessibilità,  stava diventando costoso. Al momento della proposta del suo annullamento , la NASA aveva già speso più di 9 miliardi dollari sul programma.

Ma l'obiettivo di una missione su un asteroide o su Marte è una priorità!
Armstrong: "Si tratta di piani molto diversi e scegliendo il percorso corretto è fondamentale per la leadership spaziale americana".

Armstrong e i colleghi astronauti Jim Lovell, comandante di Apollo 13  e Eugene Cernan, comandante di Apollo 17, e l'ultimo uomo a camminare sulla luna, hanno pubblicamente denunciato il nuovo piano di esplorazione spaziale della NASA.  Lo hanno chiamato "devastante" in un comunicato inviato ai media il mese scorso.

Cernan in un comunicato ai media ha detto: "Noi (Armstrong, Lovell e da me) siamo giunti alla conclusione unanime che questa proposta di bilancio non  ha un vero obbiettivo, e in effetti è un progetto per una missione del "nulla".

Armstrong  ha sostenuto l'idea di nuovi attori nell'arena del volo spaziale, ma è scettico che le  società commerciali saranno in grado di soddisfare le esigenze della NASA in modo tempestivo ed economicamente efficiente.

Armstrong: "Condivido l'incoraggiamento dei nuovi arrivati verso il loro obiettivo di accesso allo spazio a basso costo, tuttavia io non sono fiducioso".

In definitiva il pessimismo prevale, e se lo dicono Neil Armstrong, Eugene Cernan e James Lovell,
potete crederci. Loro sanno di cosa parlano!


Neil Armstrong

Nessun commento:

Cerca nel blog