mercoledì 1 dicembre 2010

Yuri Gagarin 50 anni fa.

Nel mese di Marzo 2011, dal 21 al 26, è in programma alle Isole Canarie un festival astronomico.  Il gruppo STARMUS è uno dei più importanti network scientifici del mondo che raccoglie un vasto gruppo di astronomi e astrofisici impegnati nello studio del cosmo.
La data scelta per promuovere il festival non è casuale, in quanto nel periodo che va dal 21 al 26 Marzo cade l’equinozio di primavera. Inoltre sarà anche l’occasione per rendere omaggio all’impresa spaziale forse più importante dopo la sbarco sulla Luna: nel 2011 ricorreranno infatti i 50 anni dal primo volo orbitale di Yuri Gagarin che segnò di fatto la conquista dello spazio da parte dell’uomo.
 l'autore con Alexei Leonov
(primo uomo ad effettuare una EVA)


 
Chi parteciperà potrà partecipare a numerose lezioni dai temi davvero affascinanti, come la ricerca di vita extraterrestre, il futuro dei viaggi spaziali e delle ricerche astronomiche in genere.
Non mancherà la partecipazione di veri e propri eroi dello spazio come Buzz Aldrin, Jim Lovell, Alexei Leonov  e la cosmonauta russa Valentina Tereshkova.

Il primo volo spaziale di Gagarin a bordo della Vostok 1 sarà omaggiato dagli interventi del ricercatore Garik Israelian e di due tra i più famosi astronauti russi: Alexei Leonov, protagonista della prima “passeggiata spaziale” e la prima cosmonauta donna, la già citata Valentina Tereshkova.
A loro si aggiungeranno Buzz Aldrin e l’astronauta americano Bill Anders che a bordo dell’Apollo 8 realizzò la prima fotografia della Terra vista dall’orizzonte lunare, una delle immagini più importanti di tutto il ventesimo secolo. Inoltre saranno mostrati per la prima volta alcuni documenti provenienti dagli archivi sovietici, rimasti finora top-secret.
I partecipanti avranno 108 minuti per poter dibattere sugli argomenti, esattamente lo stesso tempo che ebbe a disposizione Yuri Gagarin per compiere un’orbita completa attorno alla Terra.
David Malin poi introdurrà il concorso fotografico indetto per premiare la più bella foto spaziale, mentre il Dr. Jill Tarter guiderà il pubblico alla scoperta del progetto S.E.T.I. (Search for ExtraTerrestrial Intelligence) che da anni si occupa di decodificare i segnali provenienti dallo spazio allo scopo di individuare quelle anomalie non rapportabili a fenomeni naturali ma che possono identificare una presenza intelligente nel Cosmo.
Infine, ad oltre 2000 metri di altitudine il pubblico potrà assistere forse allo spettacolo più bello che il festival e la natura stessa possano offrire. Grazie infatti alle particolari condizioni climatiche delle Canarie e all’equinozio di primavera, si potrà osservare una volta celeste indimenticabile.
Sito ufficiale: STARMUS


Nessun commento:

Cerca nel blog